Bando per progetti di formazione o attività lavorativa

  • 04/06/2023
Bando di Concorso

Art. 1 – La Compagnia di Pier Pettinaio indice bando di concorso per l’assegnazione di contributi alla realizzazione di progetti di formazione scolastica o professionale e/o di attività lavorativa, finalizzati ad accrescere specifiche competenze o intraprendere percorsi, progetti o attività anche soltanto propedeutiche, comunque finalizzate a una possibile occupazione presente o futura. Possono partecipare uno o più membri di famiglie di cui almeno un membro sia iscritto all’Albo dei Protettori della Contrada Priora della Civetta da almeno tre anni. Se gli unici iscritti sono di età inferiore a 11 anni è sufficiente che almeno uno sia iscritto all’Albo da almeno tre anni o dalla nascita se posteriore. Occorre inoltre che almeno un membro della famiglia sia Socio della Compagnia.

Art. 2 – La Commissione Giudicatrice è costituita dal Direttivo della Compagnia in carica al momento della valutazione del progetto. Per quest’ultimo scopo il Direttivo si riserva facoltà di ricorrere a consulenze esterne comunque acquisite, fermo restando che l’espressione del giudizio è totalmente in capo al Direttivo.

Art. 3 – La domanda, da compilare sullo schema fornito, dovrà pervenire alla Sede della Compagnia ed essere corredata da:

  1. Certificazione ISEE del nucleo familiare non scaduta, rilasciata gratuitamente dai vari CAAF, dall’INPS (anche in via automatica iscrivendosi al sito) o da altri Enti autorizzati ed avente validità 12 mesi. La certificazione è di norma quella denominata ISEE Modello Mini. Ove ricorrano situazioni particolari sarà da concordare altro tipo di ISEE fra quelli previsti. Le famiglie che già avessero presentato tale certificazione non scaduta per altri scopi della Compagnia possono a questa richiamarsi evitando la nuova presentazione. La certificazione ISEE dovrà essere rinnovata se dovessero intervenire significative variazioni della situazione familiare prima dell’erogazione del contributo previsto nel presente bando. A tale scopo si procederà alla richiesta dell’ISEE Corrente.
  2. Ogni altra notizia relativa al nucleo familiare utile per la valutazione della situazione lavorativa ed economica, utilizzando lo schema di autocertificazione predisposto per la cui compilazione sarà fornita assistenza. Le famiglie che già avessero presentato tale autocertificazione nell’anno in corso per altri scopi della Compagnia possono a questa richiamarsi evitando la nuova presentazione. Anche l’autocertificazione dovrà essere rinnovata unitamente all’eventuale nuova certificazione ISEE di cui al punto precedente.
  3. Ogni altro allegato obbligatorio indicato in calce all’Autocertificazione.
  4. Il curriculum scolastico e delle esperienze lavorative.
  5. Il documento di progetto, il quale dovrà contenere almeno i seguenti punti:
    • Obiettivi e/o aspirazioni alle quali è finalizzato il progetto
    • Sintetica descrizione del progetto e della sua valenza nell’ambito dei percorsi e/o delle attività di studio o lavoro che si vorrebbero intraprendere o che già sono in atto
    • Piano di realizzazione tendenzialmente articolato in fasi, ciascuna delle quali completa di:
      • Descrizione dell’obbiettivo della fase e del suo contenuto
      • Eventuali risultati della fase intermedi al progetto, ma comunque significativi e quindi utilizzabili
      • Eventuali strumentazioni e/o collaborazioni necessarie e relative modalità di acquisizione
      • Quantificazione dei costi della fase, articolati per ciascuna tipologia di costo, per la quale si indicheranno i fornitori già prescelti o da individuare
      • Data di inizio e fine prevista e altre eventuali tempistiche, indicando in particolare le scadenze obbligatorie e gli impegni già assunti
      • Descrizione dei risultati finali conseguibili nella fase con indicazione delle loro rispettive valenze nell’ambito del percorso intrapreso
  6. Modalità di finanziamento del progetto previste e/o già conseguite, con indicazione dei nomi degli eventuali co-finanziatori e degli importi, modalità e date a ciascuno relative. Per i progetti di rilevante impegno economico, orientativamente ma non tassativamente al di sopra dei 5.000 € è obbligatorio almeno un co-finanziamento. L’importo totale dei finanziamenti (compreso quello richiesto alla Compagnia) deve comunque essere tale da coprire l’intera spesa. Ove fra i finanziatori non sia compresa la famiglia del richiedente dovrà essere specificato il motivo 5.Analisi dei benefici conseguibili dal complessivo progetto, con le eventuali stime degli introiti finanziari
  7. In caso di intrapresa di attività continuativa esporre un stima dei costi e dei ricavi annuali conseguibili (business plan), articolati nelle principali poste di spesa e di introito. La formulazione del piano di avviamento può costituire una specifica fase del progetto, eventualmente da finanziare anche per usufruire dei supporti forniti in proposito dalle associazioni di categoria
  8. Analisi dei rischi di non poter terminare il progetto una volta iniziato e delle possibili azioni di recupero
  9. Esame delle eventuali conseguenze negative della mancata realizzazione, quali impossibilità di terminare un ciclo di studio e/o di attività e/o conseguire un diploma o attestato, non rispettare una scadenza obbligatoria, obiettivi che risulterebbero compromessi, quali un’idonea qualificazione delle proprie competenze, o una maggiore possibilità di impiego o di guadagno
  10. Descrizione di modalità e ambiti di diffusione di eventuali attività di divulgazione, dimostrazione, informazione che il Candidato gradirebbe da parte della Compagnia per il suo progetto
  11. Ogni altra notizia ritenuta utile alla valutazione. Il Direttivo si riserva di richiedere integrazioni, modifiche, approfondimenti e quant’altro ritenga necessario per giungere a un documento finale tale da consentire la corretta valutazione. In mancanza il Candidato decade dal concorso.

Art. 4 – Il Direttivo, previo colloquio con la famiglia, si riserva di non accettare la domanda ove, a suo insindacabile giudizio, siano emersi elementi non in linea con la finalità di sostegno perseguita in generale dalla Compagnia e in particolare dal presente Bando.

Art. 5 – Entro 30 giorni dalla conclusione della messa a punto del progetto e delle relative documentazioni, la Commissione procederà alla valutazione e, a suo insindacabile giudizio, deciderà sull’ammissione o meno al contributo. Il giudizio sarà espresso tenendo conto dei seguenti aspetti:

  • Validità del progetto presentato e della suscettibilità di essere effettivamente idoneo ad un’attività lavorativa presente o futura
  • Valutazione del percorso di vita in atto o da intraprendere, con particolare riferimento alla volontà di rendersi indipendente dalla famiglia di origine e/o di dare più solide basi a un nuovo nucleo familiare
  • Valutazione della situazione economica del Candidato e/o della famiglia di cui fa parte, basata sull’indicatore ISEE e sull’Autocertificazione. Poiché tale valutazione ha lo scopo di determinare la necessità del finanziamento della Compagnia e la sua entità, la capacità economica del Candidato e/o della famiglia sarà valutata mettendola in relazione all’importo totale del progetto
  • Valutazioni sui co-finanziamenti previsti con particolare riferimento a loro eventuali incertezze di realizzarsi in tutto o in parte.

L’importo del contributo sarà determinato in relazione a:

  • Situazione economica e familiare come sopra valutata
  • Costo totale per la realizzazione del progetto
  • Importo dei co-finanziamenti
  • Disponibilità finanziaria che la Compagnia potrà o comunque deciderà di erogare. A tale scopo l’importo complessivamente dedicato a questa iniziativa nel Preventivo Annuale della Compagnia non ha valore vincolante. L’importo totale deliberato potrà essere suddiviso in una parte a fondo perduto e nella rimanente soggetta a rimborso, con modalità e tempi da decidere congiuntamente con l’Assegnatario sulla base del piano finanziario presentato nel documento di progetto, tenendo quindi conto dei risultati economici attesi.

Art. 6 – I documenti forniti saranno visionati esclusivamente dal Direttivo e sottoposti alla massima riservatezza. Nessun dato a carattere personale sarà reso pubblico. A ciascun partecipante verrà comunicato per iscritto il giudizio espresso dal Direttivo e le motivazioni che hanno portato a decidere l’esclusione o la concessione del contributo, e in quest’ultimo caso, i motivi della quantificazione dell’importo erogato e delle modalità di erogazione. Per contro il Candidato potrà confermare o meno la richiesta di quelle attività di divulgazione, dimostrazione, informazione del suo progetto descritte nel documento di progetto o altre di nuovo definite, e la Compagnia s’impegna ad aderirvi ove, a suo insindacabile giudizio, le ritenga possibili e/o opportune, considerando in particolare la loro maggiore o minore idoneità ad accrescere il risultato conseguibile con il progetto. Tali pubblicità possono essere attuate anche per i progetti che non abbiano conseguito il contributo. La consegna dei contributi avverrà in forma privata. La Compagnia si riserva il diritto di erogare l’importo complessivo in più rate, a condizione che ciò non pregiudichi la realizzazione di parti o di tutto il progetto. In caso di partecipazione di più Candidati appartenenti allo stesso nucleo familiare, a ciascuna Famiglia verrà assegnato soltanto il contributo d’importo maggiore.

Art. 7 – Ove successivamente all’erogazione dovessero emergere significative discordanze rispetto a quanto dichiarato, ferme restando le sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000 per le dichiarazioni mendaci, il richiedente decade dai benefici conseguiti sulla base delle dichiarazioni non veritiere. La Compagnia si riserva pertanto il diritto di richiedere la restituzione dell’eventuale quota parte o di tutto il contributo indebitamente erogato.

Art. 8 – Ciascun Assegnatario del contributo è tenuto a relazionare la Compagnia sull’andamento del progetto quando da questa richiesto, pena il decadere dal beneficio. Se il progetto dovesse variare significativamente o non dovesse giungere a compimento per qualsiasi motivo, la Compagnia si riserva il diritto di richiedere la restituzione dell’importo non dovuto per carenza e/o venuta meno dei presupposti.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Gli ultimi bandi
Bandi